returgeo, -tursi, -ere (v.)

1. scoppiare di nuovo (Frugoni Ep.).
Ep. VII 22 Quid, preses unice mundi, peregisse preconicis cum cervicem Cremone deflexeris contumacis? nonne tunc vel Brixie vel Papie rabies inopina turgescet? Ymo, que cum etiam flagellata resederit, mox alia Vercellis vel Pergami vel alibi returgebit, donec huius scatescentie causa radicalis tollatur, et radice tanti erroris avulsa, cum trunco rami pungitivi arescant.
Ep. 1

returgebit, Ep. VII 22

-

Att. solo in D. e nella lessicografia mediev. Neologismo mediev. (re + turgeo) di carattere effimero che non si è insediato stabilmente nel lessico della lingua latina. Prima di D., infatti, il v. è att. solamente in Uguccione e Balbi, registrato tra i composti di turgeo, e dopo D. ricorre soltanto nei lessici di Firmin Le Ver (1440) e di Guillaume le Talleur (1490) con il signif. di «iterum turgere». Cfr. anche avieo, conferto, pexo, prosayco in VDL; per approfondimenti cfr. Albanese, Nel cantiere e Vagnoni, Interazione.

D. utilizza il v. returgeo con lo specifico signif. fig. di ‘scoppiare di nuovo’ in rif. alle rivolte politiche delle città del nord Italia che, seguendo l’esempio di Firenze, si ribellano all’imperatore: la rabies di Brescia e Pavia si gonfierà («rabies inopina turgescet») e, una volta sedata, un’altra rabies ‘scoppierà di nuovo’ a Vercelli o a Bergamo («mox alia Vercellis vel Pergami vel alibi returgebit»). Il v. composto in luogo del v. base, oltre a conferire una specifica sfumatura semantica, è funzionale anche per ottenere una corretta clausola di cursus velox, «álibi returgébit», non realizzabile con il semplice turgeo.

Nei due volgarizzamenti trecenteschi di Ep. VII «mox alia Vercellis vel Pergami vel alibi returgebit» viene tradotto con «incontanente un’altra rabbia rienfierà a Vercegli o a Bergamo o altro» (volg. A) e «incontanente un’altra rabbia si rivolgerà o in Vercelli, o in Bergamo o altrove» (volg. B). 

Per i composti verbali con prefisso re- nel lat. mediev. cfr. Stotz VI § 123. 

-
Voce corrispondente nelle opere volgari di Dante:
-
Latino classico e tardoantico:
-
Latino medievale:
-
Lessicografi medievali:

Uguccione, T 150, 3 (s.v. turgeo): Turgeo componitur conturgeo, deturgeo, disturgeo, inturgeo, perturgeo, obturgeo, returgeo, et hinc inchoativa. Turgeo et eius composita sunt neutra et faciunt preteritum in -si et supinum in -sum, licet et preterita et supina talium verborum non sint in frequenti usu (DaMA).
Balbi (s.v. turgeo) = Uguccione (Mirabile).

Commentatori danteschi:
-
Autore: Elena Vagnoni.
Data redazione: 23.05.2021.
Data ultima revisione: 03.01.2022.